- Coins Wishlist
- Coin grading
- How to buy
- Terms of sale

Credit cards payment

Lot 346


 

Item not available!

Magonza - Scudo convenzionale 1794 - Busto a d. di Frederich-Charles-Joseph, elettore di Magonza; circolarmente FRID. CAR. IOS. AEP. ET. EL. MOG. EP. WOR (Federico Carlo Giuseppe, arcivescovo ed elettore di Magonza, vescovo di Worms); in basso: I. (Jean) LINDENSCHMIT. - R/ In alto: X EINE FEINE MARK (dieci di questi scudi contengono un marco d?argento fine peso di Colonia); nel campo, tra due rami intrecciati di ulivo: EX VASIS ARGENT CLERI MOGUNT ? PRO ARIS ET FOCIS A. MDCCXCIV I.A.; in basso I.L. - Hennin 655 AG (g 28,00) Insignificante colpetto sul ciglio del contorno del R/ a ore 12. Segnetti da contatto nel campo del D/. Ex WAG 28/6/2008, lotto 1020. In asta Negrini un esemplare qFDC di grammi 28,06, il 10/12/09, lotto 509, stimato ? 1.150, è stato aggiudicato per ? 1.725. SCUDI DI CONVENZIONE (1794-1796) Durante la guerra con la Francia rivoluzionaria i piccoli Stati dell?Impero Germanico, dal 1794 al 1796, furono costretti per affrontare le spese per la difesa e per pagare le pesanti contribuzioni imposte dagli invasori, ad utilizzare l?argento delle chiese, delle corporazioni ecclesiastiche e degli stessi sudditi, per coniare monete. A tale pratica ricorsero gli Stati di Bamberg, Eichstaed, Francoforte sul Meno, Fulda, Magonza, Treviri e Wurtzbourg.

hurrah reazione e sviluppo di siti web e sistemi e-commerce
e-commerce